LA SURROGAZIONE DEL MUTUO: SERVE IL NOTAIO?

_La surrogazione del mutuo

LA SURROGAZIONE DEL MUTUO: SERVE IL NOTAIO?

LA SURROGAZIONE DEL MUTUO

La surrogazione del mutuo: serve il Notaio? Sì, nella surrogazione del mutuo serve il Notaio ma è a carico della nuova banca.

La surrogazione del mutuo rappresenta la possibilità di rinegoziare il mutuo e di fare il passaggio da una banca ad un’altra senza costi aggiuntivi perché sono a carico della banca “accogliente”.

Chiedere un mutuo è una pratica frequente che ci permette di beneficiare immediatamente di un bene immobile e di rendere la somma prestata dalla banca tramite una rata mensile o con una cadenza differente.

Ad un certo punto della vita del mutuo, possiamo decidere di cambiare banca o di trasferire solo il mutuo; la surrogazione del mutuo è la possibilità di passare ad un’altra banca che offre migliori condizioni.

La portabilità del mutuo gratis è stata prevista grazie al Decreto Bersani con la finanziaria 2007 che ha permesso la surroga gratuita per il cliente.

QUANDO E’ POSSIBILE RICHIEDERE LA SURROGA?

Quando è possibile richiedere la surroga? Fondamentalmente è una pratica semplice e possiamo rivolgerci al nostro Notaio di fiducia per una consulenza preventiva oltre che per avvalerci della sua competenza.

La procedura:

  • Il cliente che vuole avvalersi della surroga deve recarsi alla nuova banca e richiedere una surroga in forma scritta;
  • La nuova banca informa la vecchia dell’intenzione del suo cliente e richiede l’entità del debito residuo che diventerà il nuovo capitale da restituire;
  • La nuova banca avvia una perizia contenente una serie di informazioni fra le quali l’indicazione delle buste paghe o una tracciabilità degli stipendi delle persone che la richiedono;
  • La surrogazione può essere richiesta per qualsiasi tipo di finanziamento bancario e non solo mutuatario;
  • La vecchia banca non può opporsi alla surroga pena il pagamento di una sanzione;

Dopo 30 giorni la vecchia banca dà il nulla osta al trasferimento del mutuo e dell’iscrizione ipotecaria dell’immobile, oggetto del mutuo, e tramite rogito notarile, a carico della nuova banca, l’operazione si conclude.

In sostanza l’ipoteca rimane la stessa, ma “surrogandola”, cioè spostandola da un istituto di credito ad un altro.

I VANTAGGI DELLA SURROGA

I vantaggi della surroga sono rappresentati anzitutto dal fatto che è un’operazione gratuita e ripetibile dal richiedente; tramite quest’operazione sarà possibile:

  • Ridurre la rata mensile scegliendo un tasso più favorevole;
  • Optare per il tasso variabile anziché per il fisso;
  • Allungare le rate o scegliere un piano più favorevole proposto dalla nuova banca;

Di fatto la normativa non prevede alcun limite ma le banche prima di accettare una richiesta di surroga fanno i dovuti accertamenti sul debitore e non è detto che accettino sempre tale richiesta; avvalersi quindi della competenza del Notaio non solo è necessario per portare a termine l’operazione ma è consigliabile anche come forma di consulenza preventiva.

 

No Comments

Post A Comment






Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.