SCRITTURA PRIVATA E CONTRATTI DI LOCAZIONE

Scrittura privata

SCRITTURA PRIVATA E CONTRATTI DI LOCAZIONE

LA SCRITTURA PRIVATA COME SALVAGUARDIA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE

L’effetto Coronavirus sui contratti di locazione è solo marginale rispetto allo scompiglio generale che questo virus ha portato nelle nostre vite ma ad un certo punto dovremo pensare anche a questi aspetti e la scrittura privata potrebbe essere una salvaguardia per i contratti di locazione.

Lo stato di chiusura di attività e imprese creano numerosi dubbi interpretativi circa il destino di alcuni contratti di locazione come ad esempio quelli ad uso abitativo o commerciale.

Studenti stranieri, rientrati velocemente nei loro paesi di provenienza, ristoranti, alberghi, negozi chiusi, in attesa che il male faccia il suo corso.

Il male non si è ancora fermato, ma da pochi giorni siamo entrati nella cosiddetta fase due e, sebbene molte attività siano ancora chiuse, molti hanno potuto riprendere a lavorare.

CORONAVIRUS: UNA CAUSA DI FORZA MAGGIORE

L’emergenza epidemiologica che il nostro Paese ha vissuto a causa del Coronavirus è stata definita dal nostro Governo una causa di forza maggiore, cioè un evento imprevedibile ed inevitabile che non consente di portare a termine l’obbligazione contrattuale.

Per quanto concerne quindi i contratti di locazione, la parte inadempiente o in ritardo a causa dell’epidemia, potrà invocare la causa di forza maggiore, dando prova dell’impossibilità di adempiere alla prestazione.

Comprovata l’impossibilità di pagamento, il conduttore potrebbe ottenere la risoluzione del contratto oppure una sospensione fino al termine della causa di forza maggiore.

UNA SCRITTURA PRIVATA PER AGEVOLARE UN ACCORDO TRA LE PARTI

Redigere una scrittura privata potrebbe essere una buona soluzione per agevolare un accordo tra le parti e salvare un contratto.

Nel caso si opti per questa soluzione la scrittura privata dovrà contenere i termini modificativi del contratto, specificare il nuovo canone e inserire il periodo a cui questo si riferisce.

Registrando la scrittura privata (anche se non obbligatorio) si rende inoltre noto all’Agenzia delle Entrate il minor reddito percepito dal locatore e di conseguenza la modifica dell’imposta da sostenere.

La consulenza notarile e la possibilità di un nuovo accordo tra le parti sotto forma di una scrittura privata, possono rappresentare una valida scelta.