Privati: come funziona la donazione

Privati: come funziona la donazione

Ci sono atti che per essere validi richiedono l’intervento del Notaio. Uno di questi è la “donazione”.

Cosa si intende per “donazione”?

La donazione è un vero e proprio contratto con il quale un soggetto (donante) arricchisce un altro (donatario) a titolo gratuito, cioè senza chiedere niente in cambio.

Il donante può regalare un bene mobile o immobile; la costituzione di un nuovo diritto su un bene (per esempio l’usufrutto e l’abitazione), la liberazione da un obbligo (la rinuncia a un credito) o ancora si stabilisce una prestazione.

La donazione rientra nella categoria dei negozi a titolo gratuito.

Perché la donazione sia valida deve essere l’atto deve essere redatto da Notaio con atto pubblico e ed alla presenza di due testimoni

Dire che la donazione è un contratto vuol dire che il donante e il donatario devono essere d’accordo nel dare e ricevere, quindi, manifestare reciprocamente la loro volontà che deve essere esplicita nel contratto.

Per fare una donazione è necessario avere la piena capacità di agire. In pratica non possono donare i minori, gli interdetti, gli inabilitati, le persone soggette ad amministrazione di sostegno se sono state private della capacità di disporre dei propri beni.

La legge vieta all’incapace di fare donazioni attraverso il proprio legale rappresentante.

Possono invece ricevere donazioni i “nascituri”, vale a dire soggetti che sono stati concepiti ma che non sono nati al momento della donazione e si può donare ai soggetti che non siano stati ancora concepiti all’atto della donazione, a condizione che si tratti del figlio di una determinata persona vivente al tempo della donazione.

In generale non è possibile revocare i beni donati ad altri, in quanto la legge considera “ingiusto” chiedere indietro ciò che è stato ceduto a titolo di liberalità.

Tuttavia esistono delle ipotesi specifiche in cui, a seguito del comportamento scorretto del donatario o del verificarsi di circostanze sconosciute al donante, è possibile la richiesta di restituzione di quanto regalato.

La donazione è come si intuisce un atto dalle molte conseguenze.

Per evitare sgradevoli sorprese e futuri contenziosi familiari, anche in questo caso è bene farsi consigliare da un Notaio, che potrà indicare le soluzioni giuridiche più confacenti al vostro caso.

Lo Studio Notarile Moccia è a vostra disposizione: contattate il nostro Studio chiedeteci un appuntamento o un preventivo.

E’ possibile contattare i nostri uffici anche tramite i nostri numeri di telefono, il servizio di SMS dedicato al numero di cellulare: 320 – 20.41.935 oppure potete contattarci dalla nostra pagina Facebook.