IL DOVERE DI INFORMAZIONE DEL NOTAIO

Il dovere di informazione del Notaio

IL DOVERE DI INFORMAZIONE DEL NOTAIO

IL DOVERE DI INFORMAZIONE DEL NOTAIO VERSO IL CLIENTE

Il dovere di informazione del Notaio verso il cliente non è soltanto ovvio, in quanto il Notaio è un pubblico ufficiale, ma deve attenersi a precise regole fissate sia dalla Legge che dal Codice Deontologico.

Non solo deve garantire che l’atto sia conforme alla volontà delle parti e alla Legge ma ha anche doveri di consiglio e informazione;

in altre parole il Notaio è tenuto a dare consulenza previa decisione delle parti.

Molti ricorderanno, infatti, che durante il rogito il Notaio legge l’atto nella sua interezza proprio per accertarsi della volontà delle parti e non è raro che si debba sospendere la lettura per correggere e aspettare la nuova copia prima di procedere alla firma.

LA FUNZIONE DI CONSULENZA

Oltre al dovere di informazione, c’è la funzione di consulenza, dove l’attività di un notaio si amplifica e si estende ad una serie di attività preparatorie e successive che rendono l’atto certo e sicuro.

La funzione di consulenza può essere anche fiscale nel caso di una trattativa immobiliare. Nel caso ci siano eventuali esenzioni fiscali, il notaio deve informare le parti e nel caso di mancata informazione risponderà nei confronti del clienti del danno subito.

IL NOTAIO RESPONSABILE SOTTO DIVERSI PROFILI

Oltre la legge il codice deontologico detta norme di comportamento e di indirizzo tenendo presente che:

Se il notaio non adempie i suoi doveri professionali è responsabile per legge sotto diversi profili:

  • civile, se ha causato alle parto danni per l’inadempimento dei suoi doveri professionali, il notaio è obbligato a risarcire i danni;
  • penale, se ha commesso reati;
  • disciplinare, se viola principi deontologici della categoria, il notaio deve pagare ammende di carattere pecuniario o essere sospeso dall’esercizio della professione per un determinato periodo di tempo o, nei casi più gravi, è prevista la sua destituzione.” (Consiglio Nazionale del Notariato).

Formarsi e informare in maniera chiara e inequivocabile sarebbe la base da cui dovrebbero partire tutte le categorie professionali e il Notaio, proprio per la responsabilità degli atti stessi, ancora più degli altri.