DEPOSITO DEL PREZZO PRESSO IL NOTAIO

Deposito del prezzo

DEPOSITO DEL PREZZO PRESSO IL NOTAIO

IL DEPOSITO DEL PREZZO PRESSO IL NOTAIO E’ UNA NOVITA’ PARZIALE

Il deposito del prezzo presso il notaio è una novità parziale nell’ambito della compravendita immobiliare in quanto fin dal 1996 il legislatore ha cercato di tutelare l’acquirente introducendo la trascrizione immobiliare.

Con il Ddl concorrenza 124/2017, il legislatore ha tutelato ulteriormente l’acquirente dando la possibilità di richiedere al notaio l’apertura di un conto straordinario dove versare la somma pattuita.

La normativa sul deposito del prezzo ha lo scopo di tutelare chi compra l’immobile per tutto il tempo dell’iter burocratico, che va dalle ispezioni del notaio fino alla vera trascrizione del contratto.

Il notaio, ha dunque una duplice funzione: quella di garante, nel senso che garantisce il buon esito della procedura di compravendita, e di custode, nel senso di “deposito” del prezzo di vendita.

LE PRINCIPALI CAUSE PER CUI VIENE RICHIESTO IL DEPOSITO DEL PREZZO

Le principali cause per cui viene richiesto il deposito del prezzo presso il notaio sono diverse, ecco alcuni esempi:

  • Pignoramento;
  • Presenza di ipoteca;
  • Non agibilità;
  • Presenza di prelazioni;
  • Stato di occupazione dell’immobile;
  • Non affidabilità del venditore;

Ricordiamo però che entrambi le parti, sia il venditore che l’acquirente, hanno la possibilità di richiedere il deposito prezzo e di beneficiare della tutela e della garanzia del notaio.

In sintesi, coloro che lo richiedono, depositano sul conto corrente “dedicato” del notaio la somma pattuita per l’acquisto della casa assicurandosi così la completa restituzione, nel caso dovessero emergere incongruenze o fatti poco chiari.

CONTO DEPOSITO: FACOLTATIVO SOLO PER L’ACQUIRENTE

Il deposito del prezzo è facoltativo solo per l’acquirente, mentre per il notaio, l’apertura di un conto corrente dedicato alla compravendita immobili, è obbligatorio dall’entrata in vigore del Ddl, cioè dal 29 agosto 2017.

La durata del deposito è in relazione all’iter burocratico, che va dalle ispezioni nei registri immobiliari fino alla trascrizione immobiliare.

L’OBIETTIVO DELLA LEGGE SULLA CONCORRENZA

L’obiettivo della legge sulla concorrenza è quello di tutelare ancora di più l’acquirente qualora, al momento della trascrizione dell’atto, dovessero emergere situazioni poco chiare e permettere di rientrare in possesso delle quote versate.

Oltre alla funzione di garante e di custode, ricordiamo infine che il notaio ricopre un ruolo di pubblico ufficiale e di consulente, idoneo quindi, per legge e per natura, a garantire, la regolarità degli atti e delle procedure e ad aiutare a comprendere tutte le possibilità a nostra disposizione.

 

No Comments

Post A Comment






Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.