BONUS PRIMA CASA 2019, TUTTI I REQUISITI

Agevolazioni prima casa

BONUS PRIMA CASA 2019, TUTTI I REQUISITI

A CHI SPETTA IL BONUS PRIMA CASA 2019

Acquistare la prima casa fa sempre una certa impressione soprattutto se si pensa alle spese che si dovranno affrontare in sede di acquisto. Il bonus prima casa 2019 ci rasserena e ci consente di estenderlo anche alla seconda casa ma a determinate condizioni.

Ma quali sono queste condizioni? A chi spetta il bonus prima casa 2019 e come fare per ottenerlo?

Partiamo dall’inizio e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza; quando si acquista la “prima” casa la legge ci consente di usufruire di un’agevolazione fiscale e di pagare delle imposte ridotte sull’atto di acquisto.

Per spiegare bene come funziona il bonus prima casa, l’Ade (Agenzia delle Entrate), ha messo a disposizione una guida completa con tutte le agevolazioni previste.

Perché le imposte da versare sono presenti nella parcella notarile?

Il Notaio assume un ruolo determinante nell’acquisto di una casa: analizza, controlla e registra e ogni compravendita è gestita personalmente assicurandosi che non ci siano impedimenti di alcun tipo e verificando tutte le informazioni inerenti le agevolazioni.

Le imposte di registro, quelle catastali e le ipotecarie vengono pagate al notaio stesso che provvederà a versarle nel momento idoneo. Si tratta di costi indispensabili affinché l’intero processo di compravendita vada a buon fine.

I REQUISITI PER USUFRUIRE DEL BONUS PRIMA CASA

Per poter richiedere il bonus prima casa 2019 sarà necessario possedere i seguenti requisiti:

  • Non possedere abitazioni in tutto il territorio nazionale per cui si è fruito delle agevolazioni o venderle entro un anno;
  • L’immobile deve appartenere a determinate categorie catastali e in ogni caso non rientrare nelle seguenti: A1, A8 e A9;
  • L’immobile deve trovarsi nello stesso Comune in cui il beneficiario delle agevolazioni stabilisce la residenza e al massimo richiederla entro 18 mesi. La volontà a trasferirsi entro il tempo previsto deve essere dichiarata formalmente;

In merito all’acquisto della seconda casa si può usufruire delle agevolazioni fiscali purché l’immobile rispetti le seguenti condizioni:

  1. Quando il vecchio immobile è stato acquistato con i benefici prima casa;
  2. Se si vende entro un anno dalla data dell’atto;
  3. Nel caso in cui l’immobile presenti le caratteristiche di inidoneità oggettiva cioè non adatto all’abitazione o precedentemente dato in affitto.

RIVOLGERSI AL NOTAIO RAPPRESENTA UNA SICUREZZA

Proprio per garantire il più elevato livello di sicurezza e serietà nell’acquisto dei beni e per usufruire delle agevolazioni fiscali è bene rivolgersi al Notaio di fiducia. Il suo intervento, a 360° gradi, sarà utile per affrontare tutti gli aspetti, per curare gli interessi di entrambe le parti e per dare tutte le informazioni in merito alle agevolazioni fiscali di cui potremmo beneficiare.

No Comments

Post A Comment