FAQ

Quali sono i compiti del Notaio e come effettuare una scelta consapevole per questa figura?

Lo Studio Notarile Moccia risponde ai principali dubbi e domande sulla figura del Notaio!

Q?

Chi è il Notaio?

A.

Il Notaio è un Pubblico Ufficiale altamente preparato in materia giuridico-fiscale, organo imparziale a cui affidarsi per ottenere la massima tutela, la veridicità e la legalità degli atti.

Q?

Quali sono i compiti del Notaio?

A.

Il Notaio, in nome dello Stato, si occupa di garantire la certezza del diritto, la legalità delle operazioni che si intendono porre in essere e la loro impugnabilità; il tutto in qualità di organo super partes, assicurando il giusto ed equo contemperamento delle parti coinvolte.

Q?

A chi spetta la scelta del Notaio?

A.

Il Notaio è un soggetto indipendente che deve garantire gli interessi di entrambe le parti: per questo la sua scelta deve essere condivisa da tutte le parti interessate. Per prassi viene scelto da colui che ne sostiene i costi. Ai sensi dell'art. 1475 del Cod Civ le spese del contratto e quelle accessorie (comprese le notarili) sono a carico del compratore, salvo diverso accordo tra le parti.

Q?

Come si stabilisce il costo di un atto notarile?

A.

Il costo di un atto notarile è determinato dalle imposte e dalle tasse, che il Notaio riscuote dalle parti per conto dello Stato, oltre che dalle spese sostenute per l'istruttoria dell'atto e dall'onorario notarile. Quest'ultimo è determinato tenendo conto della complessità dell'atto e delle attività connesse all'atto, sia preparatorie, sia successive all'atto medesimo. Tale costo è preventivabile solo in linea di massima, in quanto va calcolato in modo dettagliato in base alle attività effettivamente svolte per ogni atto.

Q?

Come richiedere un preventivo ad un Notaio?

A.

Per poter realizzare un preventivo è necessario avere a disposizione il maggior numero di informazioni sul tipo di operazione che occorre effettuare e sul materiale necessario. Per questo è sempre fondamentale un primo incontro conoscitivo con il Notaio.

Q?

Il Notaio è responsabile degli atti che redige?

A.

Sì, lo è. Nel caso in cui un Notaio riceva atti che contengono disposizioni che vanno contro la legge, viene punito con la sospensione fino a sei mesi e, in caso di recidiva, destituito. Per altre inosservanze sono previste multe e sanzioni disciplinari. Ogni due anni gli atti redatti dal Notaio vengono sottoposti a ispezione da parte del Ministero di Grazia e Giustizia.

Q?

Qual è la differenza tra l’atto pubblico e la scrittura privata autenticata?

A.

Gli atti notarili devono essere stipulati nella forma dell'atto pubblico, che è quella che maggiormente garantisce le parti e dà la massima efficacia possibile alle dichiarazioni rese dalle stesse sotto il profilo probatorio, attribuendo altresì efficacia di titolo esecutivo, oltre che per le obbligazioni di somme di denaro, anche per le obbligazioni di consegna e rilascio contenute nell'atto stesso. In base all'orientamento della giurisprudenza, la forma dell'atto pubblico è anche quella che responsabilizza maggiormente il Notaio. Solo in casi eccezionali, e su richiesta delle parti, si utilizza quindi la forma della scrittura privata autenticata.